Nonostante il caldo sostegno di circa 100 tifosi e le buone premesse sul piano della crescita, evidenziate nella sfortunata gara persa con il minimo scarto sette giorni prima, Ecogruppo Torre del Grifo rimedia una sconfitta larga nel punteggio e pesante per il morale, proprio nella giornata in cui il pareggio di Velletri a Veneto rendeva particolarmente propizia l’occasione per accorciare le distanze dall’ottavo posto, fattore determinante in chiave playout. Travolte in avvio, le pallanotiste etnee limitano i danni nella seconda e nella terza frazione ma infine registrano un -13 che evidenzia la forza delle avversarie e corrisponde alla nuova distanza dalla terzultima posizione. Giusi Malato commenta e riflette sulle prospettive: “Si tratta di una prestazione ben al di sotto delle mie aspettative, avevo chiesto alle ragazze di essere “sfrontate” ma evidentemente c’è qualcosa, nelle loro teste, che non le rende serene: sembrano bloccate, ci sarà da lavorare anche su questo. Sono arrabbiata ma non mi arrendo. Abbiamo una rosa giovane, dobbiamo fare tesoro di ogni istante, assorbire e mettere in pratica. Ogni partita deve servirci per crescere a livello individuale e come squadra, ed è un discorso che vale anche per me. Adesso avremo un po’ di tempo prima di affrontare nuovamente in casa un avversario alla nostra portata, il Bogliasco. Sabato giocheremo infatti contro la Sis Roma, chiaramente una gara dal pronostico chiuso ma comunque un’occasione per imparare e migliorare, per cui dedicheremo queste tre settimane che ci separano dal match interno con le liguri a riprendere un po’ di condizione fisica e mentale. Staremo a provare e riprovare tutto, incessantemente: è un preciso dovere nei confronti di noi stesse e di chi è sempre al nostro fianco”. Sabato 16 febbraio, alle 18.00, il prossimo impegno: SIS Roma-Ecogruppo Torre del Grifo, gara valevole per la quarta giornata del girone di ritorno.

Serie A1 – Pallanuoto Femminile – Dodicesima giornata