Un altro scontro diretto: alla terza giornata, non tanto e non solo per la classifica ma soprattutto per verificare la competitività dell’Ecogruppo Torre del Grifo in chiave salvezza. Nonostante la terza sconfitta, il test è incoraggiante: le ragazze guidate da Moira Vaccalluzzo, dall’età media molto giovane in considerazione del progetto di crescita della società e partite ad handicap in questo campionato alla luce dell’ammissione in extremis alla Serie A1, continuano ad evidenziare progressi gara dopo gara. Immaginare che nel girone di ritorno sfide come le ultime due, vissute a Verona e Milano, possano portare a risultati positivi non è un esercizio di ottimismo: incideranno certamente, in corso d’opera, fattore campo e soprattutto maggiore esperienza ad alti livelli. Le qualità, infatti, a tratti affiorano già. Ad esempio quelle di Rita De Mari, che con una doppietta, nella prima frazione, tiene aperta la contesa sfruttando egregiamente due superiorità. Trascorsi 3’25” del secondo tempo, il punteggio è ancora sul 4-3 (a segno anche Stankovianska): le milanesi piazzano un’accelerazione che si rivelerà determinante con la doppietta di Vukotic ed il gol di Gragnolati. Il terzo è il tempo dello spettacolo e dell’equilibrio: dieci reti, cinque per parte, tre per l’incontenibile Miroslava Stankovianska e due per Adele Esposito. Nell’ultima frazione, dopo i botta e risposta Kuzina-Giulia Buccheri e A.Repetto-Esposito, pesa l’inerzia psicologica dettata dai quattro gol di vantaggio, che permette alle padrone di casa di rimpinguare ulteriormente il bottino e chiudere sul +8. Moira Vaccalluzzo commenta: “Giudico positivamente l’approccio, siamo entrate subito in partita ed eravamo molto concentrate. Abbiamo tenuto bene fino al terzo tempo, peccato per la flessione nel quarto. In particolare, sono soddisfatta dell’atteggiamento, che ha permesso di tenere duro e non mollare, e del gioco costruito in attacco, anche in parità numerica. Potevamo fare meglio in difesa: purtroppo abbiamo subito gol nati da accelerazioni in attacco e passaggi sbagliati ma soprattutto da disattenzioni e difettose applicazioni di meccanismi che, evidentemente, non abbiamo ancora automatizzato. Ottime, le giocate in superiorità numerica: stiamo lavorando bene ed in acqua si vede. Sul piano delle individualità, Teresa è stata bravissima tra i pali, annullando tanti attacchi, Mirka sta crescendo sempre più ed entrando negli schemi da protagonista, Adele e Rita brillano per quantità e disponibilità costantemente offerte alla squadra. Continuando ad applicarci così, sicuramente giungeremo ad ottenere risultati positivi ed importanti soddisfazioni”. Sabato 10 novembre, alle 15.00, quarta giornata: Ecogruppo Torre del Grifo-S.I.S. Roma. Per le capitoline, fin qui, 4 punti.

Serie A1 – Pallanuoto Femminile – Terza giornata

Piscine “Roberto Cozzi” di Milano – Sabato 3 novembre 2018

Kally NC Milano – Ecogruppo Torre del Grifo 18-10

(3-2, 4-1, 5-5, 6-2)

Kally NC Milano: Imperatrice, Apilongo 5, Crudele, Gitto, A.Repetto 2, Fisco 1, Kuzina 1, Amoretti, Gragnolati 5, Vukovic 4, Dilernia, L.Repetto, Tamborrino. Allenatore: Leonardo Binchi.

Ecogruppo Torre del Grifo: Maimone, Esposito 3, Buccheri 1, Vitaliti, Baranovicova, Battaglia, De Mari 2, Murè, Longo, Halocka, Stankovianska 4, Mirabella Ma. Allenatrice: Moira Vaccalluzzo.

Arbitri: Francesco Romolini – Andrea Zedda

Note: sup. num. Kally NC Milano 5/12, Ecogruppo Torre del Grifo 6/8.

Tre falli: Vitaliti a 2’42” del terzo tempo.