La sfida tra neopromosse si risolve con il successo della CSS Verona, che beneficia dell’intenso avvio di gara ed al tirar delle somme fa valere il vantaggio accumulato nei primi due tempi, con i parziali della terza e della quarta frazione in equilibrio: quest’ultimo è un segnale di crescita non indifferente, per l’Ecogruppo Torre del Grifo, collegato anche all’accumulo di esperienze al massimo livello di una squadra giovane, che ha notevoli margini di miglioramento. La reazione al gol della Braga, con l’1-1 di Battaglia, offriva un buon segnale da parte di Murè e compagne nelle prime battute ma le atlete venete sfruttavano il momento favorevole per piazzare l’allungo decisivo già in chiusura della frazione iniziale, capitalizzando ulteriormente l’inerzia psicologica dell’incontro nel periodo successivo, nonostante il guizzo di Stankovianska: 7-2 a metà gara. De Mari e Vitaliti prendevano per mano le compagne e le riportavano in scia, fino al 7-4 dopo 4’29” del terzo tempo, ma le scaligere registravano la difesa e ribattevano colpo su colpo fino al termine. Nel quarto tempo, da segnalare la seconda rete personale di Vitaliti, la pregevole palombella di Esposito ed un rigore parato da Teresa Maimone, brava ad opporsi a Bartolini: emergono le prime preziose certezze in vista del prosieguo della stagione. Moira Vaccalluzzo commenta: “Nonostante avessi chiesto alle ragazze massima concentrazione fin dal primo secondo, nei primi due tempi ci siamo perse per errori di disattenzione, in attacco, che ci hanno penalizzato. Tanti gol veronesi sono nati, infatti, proprio da giocate in attacco poco precise e da troppi passaggi sbagliati; mi spiace sottolineare, ha inciso anche un tipo di arbitraggio in cui poco è concesso ed al quale dobbiamo ancora abituarci. All’inizio, riassumendo, abbiamo fatto troppa confusione ed abbiamo avuto poca lucidità; in seguito abbiamo costruito in attacco specialmente per vie centrali, peccato per l’imprecisione in fase conclusiva. La nota positiva è senz’altro la reazione di tutta la squadra nella terza frazione, che fa ben sperare in vista della prossima partita”. Sabato 3 novembre, terza giornata: Kally Nc Milano – Ecogruppo Torre del Grifo.

Serie A1 – Pallanuoto Femminile – Seconda giornata

Piscine “Monte Bianco” di Verona – Sabato 27 ottobre 2018

CSS Verona – Ecogruppo Torre del Grifo 11-6

(4-1, 3-1, 2-2, 2-2)

CSS Verona: Mattioli, Bartolini 1, Peroni 1, Lonardi, Borg 1, Alogbo 2, Braga 2, Perna, Carotenuto 1, Prandini 1, Verzini 2, Mattioni, Nigro. Allenatore: Giovanni Zaccaria.

Ecogruppo Torre del Grifo: Maimone, Esposito 1, Bucisca, Buccheri, Vitaliti 2, Baranovicova, Battaglia 1, De Mari 1, Murè, Longo, Halocka, Stankovianska 1, Mirabella Ma. Allenatrice: Moira Vaccalluzzo.

Arbitri: Attilio Paoletti – Alessia Ferrari

Note: sup. num. CSS Verona 1/6 + 1 rigore fallito, Ecogruppo Torre del Grifo 2/7.

Maimone para un rigore di Bartolini a 4’13” nel quarto tempo.

Tre falli: Murè a 7’41” del terzo tempo.

Responsabile Comunicazione

Ecogruppo Torre del Grifo

Angelo Scaltriti

Tessera Odg – 092376

Mobile: 349-8666287 – Mail: comunicazione@torredelgrifovillage.it